noleggio HP BMW

Vai indietro   Quellidellelica Forum BMW moto il più grande forum italiano non ufficiale > Forum di discussione Quellidellelica > Da Walwal > La Piccola libreria del Mukkista

La Piccola libreria del Mukkista In questo forum ci proponiamo di parlare e raccogliere tutti i consigli sulle letture che possono allietare il centauro quando è in poltrona.


Share This Forum!  
  
Rispondi
 
Strumenti della discussione Modalità di visualizzazione
Vecchio 19-04-2018, 21:33   #1
celio
Mukkista doc
 
L'avatar di celio
 
Registrato dal: 29 May 2006
ubicazione: Fortezza Bastiani, farò la fine di Drogo?
predefinito Rivoluzione russa. Un opera molto ben scritta e completa

Orlando figes.
Il dramma di un popolo 1892 1924

Visto che età il centenario, visto che in un paio do occasioni abbiamo tentato di parlarne anche qui.
Mi sono comunque testo conto che ne sapevo veramente poco su un evento epocale per la storia mondiale.
Allora mi sono subito buttato su questo autore da molto riconosciuto come uno dei maggiori studiosi della rivoluzione al mondo.
980 pagine che si leggono molto bene e senza cali d'interesse. Significa che l'autore ha una grande preparazione. Molto particolareggiato e approfondito. 1000 pagine sono anche poche per la vastità del argomento. Ma riesce comunque ad essere esaustivo.
Parte da lontano per spiegare i personaggi e le idee sulle quali si formarono i molto protagonisti del 900.
Riesce a dedicare una piccola biografia a tutti, anche a quelli dimenticati o sconosciuti.
Fa seguire gli eventi attraverso lo sguardo di Gorkj, grande poeta e rivoluzionario, nonché icona russa e amico di lenin. E attraverso le sue letterefa capire il dramma della rivoluzione tradita dai bolscevichi.
Forse è un conservatore ma non fa trapelare faziosità. Di certo critica lo zarismo. Considera la rivoluzione ineluttabile e la fine della monarchia scontata.
La conclusione è che la rivoluzione era inevitabile ma che il bolscevismo la tradì trasportando la Russia fa una autocrazia all'altra. In pratica cambiò il nome e cambiarono le persone. Non cambiò il dramma delle popolazioni.
La vetta rivoluzione, quella cruenta e violenta fu in febbraio, a ottobre ci fu un colpo di stato di una minoranza violenta spietata e cinica. Le ultime 2 caratteristiche mancarono totalmente alé altre compagini rivoluzionarie. Dai socialisti rivoluzione ai decabristi.
E è incredibile come siano riusciti a stare al potere i bolscevichi senza vero appoggi nel paese. La cosa si spiega solo con la loro maggiore concretezza e scaltrezza.
Se vi interessa conoscere l'argomento non potete non leggerlo.
Sono certo di non rischiare nel consigliarlo.




Inviato dal mio SM-N910C utilizzando Tapatalk

Pubblicità

__________________
oggi fermati ed ascolta gli altri, scoprirai che a volte dicono quello che tu giÃ* pensi.

cit. io.
celio non è in linea   Rispondi quotando
Rispondi

Strumenti della discussione
Modalità di visualizzazione

Regole d'invio
Non puoi inserire discussioni
Non puoi inserire repliche
Non puoi inserire allegati
Non puoi modificare i tuoi messaggi

BB code è attivo
Le smilie sono attive
Il codice IMG è attivo
il codice HTML è disattivato

Salto del forum


Tutti gli orari sono GMT +2. Attualmente sono le 04:43.
www.quellidellelica.com ©

Powered by vBulletin versione 3.8.4
Copyright ©: 2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana Team: vBulletin-italia.it
noleggio HP ducati