Visualizza un messaggio singolo
Vecchio 10-01-2017, 15:36   #28
londinese
Mukkista
 
Registrato dal: 18 Jan 2016
ubicazione: Londra, U-kappa
predefinito

È per questo che chiedo lumi a chi ha più esperienza di me!
La F800R è la mia prima moto dopo anni di scooter. Non è un 50ino ma nemmeno una moto GP, e sicuramente l’ho utilizzata al di sotto delle sue potenzialità, quindi sì, ci sta che non mi sono mai trovato a fare frenatone alla San Brembo.

Aiutatemi a chiarire un po’ meglio, per favore, perché mi resta molta, molta confusione in testa.
Non fraintendetemi: non pretendo assolutamente di avere ragione, tutto il contrario: vorrei solo capire meglio.

Il mio ‘metodo’ è sbagliato perché rischio di non chiudere il gas, o di non chiuderlo abbastanza rapidamente, in caso di frenatona. Ma perché mai? Continua a non essermi chiaro. Forse se avete la pazienza di spiegarmi passo passo come staccate voi posso chiarirmi le idee.

Col mio ‘metodo’, quando devo frenare chiudo la manopola, che tengo stretta con le dita ‘ad OK’, e pinzo. Quando accelero, le dita si allontanano dalla leva del freno; più accelero, più si allontanano, quindi, più vado veloce, più basso (ma, ammetto, non nullo) è il rischio di toccare i freni accidentalmente. Il movimento che fa la mano per chiudere il gas decelerando automaticamente mi avvicina le dita alla leva del freno.

Il metodo corretto sarebbe tenere indice e medio sul freno, oppure tenere tutte le dita sulla manopola e portarle sulla leva del freno solo in caso di necessità? Mi sembra ci sia una divisione tra scuole di pensiero anche solo rispetto a queste due opzioni.

Con le dita ‘non ad OK’, qual è la procedura giusta per una frenatona? Chiudere la manopola o mollare di brusco?
Se è chiudere la manopola, allora non capisco la differenza rispetto al mio metodo, a prescindere da quante dita si tenevano sulla leva prima di iniziare a frenare. Il vostro timore è che io possa toccare la leva del freno prima di aver chiuso del tutto il gas? Ma quel rischio c’è anche se si tengono indice e medio ‘pronti’ a frenare.
Se la procedura giusta è mollare di brusco, la mia perplessità è che la moto potrebbe destabilizzarsi – a maggior ragione se si tratta di moto più potenti della mia.

Rasù dice di tenere indice e medio sul freno, ma solo quando serve, perché si affatica. Con le dita ad OK, invece, non mi affatico nemmeno se guido due ore di fila senza fermarmi. Inoltre, usando tutte le dita, e non solo indice e medio, riesco a dosare meglio il freno perché esercito pressione più lontano dal fulcro.

L’unica cosa che ho capito è che c’è un compromesso tra il rischio di sfiorare accidentalmente la leva del freno, se ci tengo le dita più o meno sopra, e metterci un decimo di secondo in più ad iniziare a frenare, se le dita sono tutte sulla manopola.

Grazie! Vi devo qualche pinta se passate per Londra! Sbrigatevi che tra un po' ci vorrà il visto

PS Le frenatone più brutte che mi sono capitate sono state in città, per evitare pedoni e ciclisti diversamente intelligenti che avevano deciso di migliorare darwinianamente la specie: ho attivato l’ABS ma le velocità erano comunque ridotte.
londinese non è in linea   Rispondi quotando